giovedì 8 aprile 2010

Chris Mundy ci racconta lo spin off di Criminal Minds

Due Criminal Minds sono meglio di uno?  Così la pensa Chris Mundy.


"Credimi, ci vuole questa gente là fuori a inseguire i serial killer!" il produttore esecutivo di Criminal Minds racconta a TVGuide. "Più gente c'è e meglio è".

Negli ultimi cinque anni, sono stati Hotch e la sua squadra a dare un buon nome al BAU, ma da Mercoledì (7 aprile sulla CBS) i fan incontreranno una nuova squadra di profiler, guidata da Sam Cooper (Forest Whitaker), all'interno del BAU, in una puntata pilota segreta per lo spin-off scritto da Mundy.

Uno spin-off era stato ipotizzato nella terza stagione, ma è stato messo da parte quando Mandy Patinkin, improvvisamente, ha lasciato Criminal Minds. Poi lo sciopero degli sceneggiatori ha troncato la terza stagione, questo ha portato ad una quarta stagione più lunga prima che le cose si stabilizzassero, e quest'anno l'idea è di andare avanti.

Intitolato "The Fight", l'episodio porterà la squadra del BAU a San Francisco dopo che Cooper, che otto anni prima aveva lavorato con Hotch (Thomas Gibson) e Rossi (Joe Mantegna) prima di andarsene, chiede un favore per un padre ed una figlia scomparsi. Le loro assenze, tuttavia, non sono state denunciate, e Cooper deve convincere Hotch che vale la pena di far perdere tempo alla sua squadra.



Hotch deve mettersi in prima linea per lui, e lo fa perché c'è molto affetto e rispetto da entrambe le parti.
Non c'è nessun antagonismo in tutto questo», dice Mundy. " Sono le due metà del caso che si avvicinano.
Mi piace l'idea di: Che pista segui in un crimine che non sai nemmeno se esiste? Io ho due figlie, e mi sento a livello di subconscio di dire: "Che cosa fareste per salvare vostra figlia?" Questo è veramente il cuore della puntata. Era come un' equazione matematica, cercare di adattare i nostri sette personaggi, i loro quattro personaggi, due metà del caso e questo rapporto padre-figlia in un solo episodio. E' stata una sfida, ed è stato divertente. "


Lo spin-off - ancora senza titolo ("CSI ha Miami e NY, e NCIS ha Los Angeles, ma quì viaggia dappertutto, quindi non possiamo farlo! ") - Potrebbe essere simile a quello originale in termini di reati, ma con uno stile diverso. "Questi ragazzi provano ad esistere il più possibile senza la burocrazia", ha detto Mundy." E' duro essere più oscuri dell'originale [Minds] ... saranno un pò più perdenti, un pò più trasandati".

Inoltre, a differenza dell'originale, che iniziò con Patinkin e Gibson come co-leader, Whitaker/Cooper è l'unico "capo carismatico del team" - simile a quello vincitore dell'Oscar. "Forest è stato stupefacente. Era il nostro desiderio folle, "Non sarebbe meraviglioso se potessimo avere Forest Whitaker?" ... "E come sapete lui lo sta facendo", ha detto Mundy. "Si è anche interessato su come mettere insieme il nuovo cast, si è messo a parlare delle loro relazioni e di come i personaggi dovessero interagire. Ero molto impressionato in ogni fase insieme a lui ».

La squadra di Cooper comprende il militare e ragazzaccia Gina (Beau Garrett), che è stata presa da Cooper direttamente dall' accademia dell'FBI; il cecchino Mick (Matt Ryan), già nelle forze speciali britanniche e che in passato ha misteriosamente lavorato con Cooper, e l' ex-truffatore "Profeta" (Michael Kelly), personaggio che originariamente era stato concepito come afro-americano.

"Pensi che Michael non può interpretare un afro-americano?" Mundy ride. "Abbiamo visto una tonnellata di attori ed alla fine, si trattava di scegliere il meglio per ogni personaggio. Abbiamo anche parlato di Cooper come di una donna ad un certo punto. ... Profeta è ancora un ex detenuto. Se siamo fortunati e resistiamo, guarderemo l'anno in tre atti e ... Scopriremo  come, qualcuno con una fedina penale sporca è stato preso all'FBI, il passato di Cooper e tutte queste cose. "


Mundy ha detto che non si saprà fino al 19 maggio,quando la CBS deciderà, se lo spin-off avrà un seguito. Se lo avrà, lascerà Criminal Minds, dove sta terminando la stagione con il primo viaggio del team in Alaska ed un altro finale col fiato sospeso. (Fatto strano: l' Alaska è uno dei 16 stati che lo show non ha ancora visitato).

"Onestamente, sono in ansia per questa separazione. E' stata la mia casa," dice. "Siamo tutti incredibilmente vicini. Mi sento molto strano. Staranno bene [senza di me]! Hanno tutti un grande talento. Voglio dire, Matthew [Gray Gubler] ha fatto un lavoro incredibile come regista (episodio 5x16 e articoli correlati NDR), per cui andranno alla grande. ... Spero che lui dirigerà ancora e spero che ci raccontino belle storie e che i nuovi personaggi possano incrociare i loro  percorsi con i nostri originali. Rossi e Cooper possono passare nei corridoi o bere una birra dopo il lavoro, sai? Mi piace che il nostro mondo, si sia ampliato."



Fonte: TvGuide tramite SpoilerTV

Nessun commento:

Posta un commento